Prestito Cattivi pagatori

Prestito per i cattivi pagatori.

Esiste una categoria di persone che ha grandissima difficoltà ad accedere ad una qualsiasi forma di credito. Stiamo parlando dei cattivi pagatori, persone che in passato hanno avuto qualche problema di pagamento con le rate di un vecchio mutuo o prestito.

cattivi pagatoriIn genere queste persone vengono iscritte in un registro chiamato centrale rischi finanziari, ovvero Crif. È un database a cui tutte le finanziarie si rivolgono per verificare se un cliente è affidabile o meno.

Per questa categoria di clienti quindi le possibilità di accedere ad un prestito sono molto ridotte. Ogni società finanziaria o istituto di credito ha le sue regole in merito, ma in generale vengono richieste diverse garanzie.

Il richiedente deve poter in qualche modo dimostrare che è in grado di poter assolvere all’impegno finanziario del rimborso delle rate, producendo un documento che attesti un reddito stabile e continuativo. In base al tipo di garanzia quindi il cliente ha tre differenti possibilità di prestito: la cessione del quinto, il prestito con delega e il finanziamento cambializzato.

Per i cattivi pagatori che possono dimostrare di avere un reddito da lavoro dipendente tramite una busta paga, posso fare richiesta di prestito tramite la formula della cessione del quinto. In pratica la rata di ammortamento del debito da pagare viene addebitata direttamente sulla busta paga del cliente.

Per accedere a questo tipo di finanziamento è necessario per i lavoratori dipendenti da aziende private aver maturato almeno due anni consecutivi presso l’azienda, per poter dare modo alla società finanziaria di avvalersi in caso di licenziamento della facoltà di rifarsi sul trattamento di fine rapporto lavorativo. Il prestito con delega invece viene concesso in genere a quei clienti che hanno già in corso una cessione del quinto, ma necessitano di un ulteriore prestito.

In questo caso però dovrete prima verificare se la vostra azienda lo consente, perchè trattandosi di una ulteriore trattenuta in busta paga non tutte le aziende lo permettono.

L’ultimo modo disponibile per i cattivi pagatori di avere un finanziamento è il prestito cambializzato, in genere scelto soprattutto da lavoratori autonomi che non possono far valere una busta paga come garanzia.

In questo caso è quasi sempre richiesta la firma di un garante, che si impegna con la propria busta paga a pagare la rata nel caso il cliente non lo facesse. In alcuni casi per accedere a questo tipo di prestito viene richiesta a garanzia anche una polizza sulla vita.

Pagine con argomento correlato: Prestito segnalati CRIF * Prestito Cambializzato * Prestito Pignorati

2 pensieri riguardo “Prestito Cattivi pagatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*