Prestiti agli italiani ancora in calo

prestitiContinuano a calare – e non è una novità – i prestiti erogati da banche e finanziarie alle famiglie e alle aziende italiane. Un trend che continua a decrescere e che, nonostante l’evidente rallentamento degli ultimi tempi, appare essere ancora particolarmente sacrificante per i progetti di crescita dei tricolori.

Secondo quanto riferivano le ultime stime ufficiali, nel corso degli ultimi dodici mesi i prestiti erogati agli italiani sarebbero dimagriti di altri 37 miliardi di euro, mentre le rate non pagate sarebbero ammontate a 160 miliardi di euro.

Read more

Nuovi prestiti BEI in arrivo

prestitiLa Banca Europea per gli Investimenti ha predisposto un nuovo pacchetto di iniziative creditizie nei confronti delle imprese, con uno stanziamento complessivo che si aggira intorno ai 5,6 miliardi di euro.

Una buona parte di tali finanziamenti sarà erogato in favore delle piccole e medie imprese per investimenti innovativi, contribuendo in tal modo a fungere da spinta propulsiva per il reperimento di nuova liquidità da parte delle attività imprenditoriali di media o bassa capitalizzazione.

Read more

Prestiti alle imprese, anche il Nord est va in difficoltà

Esigenze dell'Impresa in rapporti commerciali con l'esteroUn tempo il Nord est dell’Italia era sinonimo di terra di grande dinamismo e imprenditorialità, cui corrispondeva – generalmente – una crescita economica particolarmente rilevante. Ebbene, anche la facoltosa area settentrionale tricolore, si riscopre in una crisi molto più profonda di quanto potesse immaginare fino a pochi anni fa.

Il calo di liquidità che la Cgia di Mestre sta riscontrando in un crescente numero di imprese del Nord est sta conducendo le attività aziendali in una situazione di gravissima difficoltà finanziaria, impedendo alle stesse di consentire il rispetto dei piani di ammortamento. Ne è conseguito che l’incremento delle sofferenze bancarie per la zona è straordinariamente preoccupante.

Read more

Mutui e affitti sempre più pesanti, italiani in crescente difficoltà

prestitirichiesteGli italiani sono sempre più in difficoltà economica. Può non esser una novità, soprattutto di questi tempi, ma ogni tanto è utile cercare di comprendere quale sia lo stato di “salute” delle tasche delle famiglie che vivono nella Penisola.

Ultima, in ordine di tempo, è l’analisi condotta dall’Istat, secondo cui il 24,9% delle famiglie italiane (circa 15 milioni di nuclei familiari) vivrebbe in una situazione di disagio economico. L’indice di “deprivazione” – ricorda l’Istituto Nazionale di Statistica, è cresciuto rapidamente nel corso degli ultimi anni, andando ad apprezzarsi di più di 2,5 punti percentuali nel corso dell’ultimo biennio.

Read more

Prestiti destinati a calare con le nuove regole?

prestiti-caloSecondo quanto sta emergendo da diverse analisi previsionali compiute nelle ultime settimane, le nuove regole bancarie approvate dal comitato di Basilea rischiano di scoraggiare ulteriormente gli istituti di credito dal concedere finanziamenti nei confronti di famiglie e imprese e, di contro, rendere sempre più convenienti gli investimenti di natura finanziaria.

E così, mentre già la Banca centrale europea ammette che a novembre i crediti verso le aziende sono calati del 3,9% a livello europeo, e del 5,9% a livello italiano (e Bankitalia precisa che la contrazione è stata pari al 6%), nel 2014 – proprio in virtù dell’evoluzione degli atteggiamenti delle imprese creditizie – la diminuzione delle erogazioni dovrebbe farsi sentire per almeno 8 miliardi di euro, da sommarsi ai 96 miliardi di euro di finanziamenti “spariti” nel corso degli ultimi due anni.

Read more

Volume prestiti a rischio

prestiti scuolaSecondo quanto emerge da una recentissima osservazione formulata dal Centro studi di Unimpresa, nel corso del mese di novembre 2013 i crediti di difficile riscossione erogati dalle banche sarebbero cresciuti del 22,7 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, contribuendo a generare un ammontare complessivo pari a quasi 150 miliardi di euro.

Read more