Prestito Poste italiane

Prestito delle poste italiane.

Le poste Italiane hanno ideato diversi prodotti di credito per coloro che cercano un finanziamento. Unica condizione essenziale per coloro che hanno intenzione di accedere a un prestito con le Poste Italiane è la presenza di un Conto Banco Posta.

prestito postaNel caso non sia ancora stato attivato da parte del richiedente un Conto Banco Posta, questo deve essere aperto in parallello alla richiesta del prestito.


Una delle agevolazioni che offre un prestito con le Poste Italiane è la forte presenza sul territorio delle varie agenzie e la possibilità tramite il Conto Banco Posta di poter effettuare da qualsiasi ufficio qualunque operazione.

È anche possibile fare una richiesta di prestito con le Poste direttamente online e sempre online è possibile gestire la maggior parte delle operazioni. I prodotti per la linea prestiti ideati dalle Poste Italiane sono fondamentalmente due: Prontissimo e Prestito Banco Posta.

Il primo può essere eccezionalmente richiesto anche se non si è in possesso di un conto BancoPosta ed è esclusivo per piccoli importi. Il secondo invece è legato al conto corrente Banco Posta e può coprire anche importi molto alti.

L’azienda Poste Italiane ha ideato due tipi di prodotto per quanto riguarda il prestito. Uno destinato a quelle persone che hanno necessità di poco denaro in tempi celeri e l’altro invece per coloro che necessitano di cifre più importanti.


Il primo prodotto si chiama Prontissimo, possono richiederlo tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi, ma anche i pensionati, indipendentemente dalla nazionalità. È sufficiente avere la residenza in Italia e un’età compresa tra i 18 e i 70 anni.

Inoltre è necessario, come logico, dimostrare una capacità di redditto, quindi ci si può presentare in un qualunque ufficio postale che sia abilitato, con un documento di identità, il codice fiscale e il documento di reddito, busta paga, pensione, o modello unico.

Non esistono spese di istruttoria e il rimborso può essere effettuato tramite bollettino postale. L’altro prodotto invece si chiama Prestito Banco Posta ed è destinato esclusivamente a coloro che hanno o che intendono aprire un conto corrente BancoPosta, sul quale accreditare lo stipendio o la pensione.

È un prestito di tipo personale e che copre anche grandi cifre fino ad un tetto massimo di 30 mila euro. Può essere richiesto dai correntisti anche online ma con un importo massimo di 20 mila euro. Per i liberi professionisti la condizione del conto corrente BancoPosta deve essere in attività da almeno sei mesi.

Pagine con argomento correlato: Prestito personale * Prestito dipendenti * Prestito banca