Prestito Personale

Il Prestito Personale online per acquistare e pagare a rate.

Il prestito detto prestito personale è un tipo di finanziamento che viene erogato alle persone direttamente dalla banca o dalla società finanziaria, senza richiesta di giustificazione di spesa e che viene ammortizzato tramite il pagamento di rate costanti, in genere mensili.

prestito personaleIn genere per questo tipo di prestito non vengono richiesti ne pegni ne ipoteche, anche se può capitare che l’istituto erogante, sia esso una banca o una società finanziaria, richieda una seconda firma, di un garante, cosa che succede in genere quando l’importo che viene richiesto è più alto rispetto a quando il richiedente dimostra di poter ottemperare con il suo reddito.

È inoltre necessario, per ottenere il prestito, non avere subito protesti ed essere sempre stati in regola con il pagamento di rate di prestiti precendenti, ovvero non essere iscritti nei registi CRIF, ed avere un reddito dimostrabile, tramite busta paga o modello unico.

Per richiedere un prestito il cliente deve avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni. La caratteristica principale di questo tipo di finanziamento è che non viene richiesta una giustificazione sull’utilizzo, il prestito personale viene per questo motivo detto anche prestio non finalizzato. Quindi la banca o l’istituto erogante non avrà alcuna pretesa sull’uso che il richiedente farà poi del denaro erogato.

Rimborso del prestito personale

Il prestito personale viene rimborsato dal cliente richiedente tramite il pagamento di rate mensili costanti, che vengono calcolate alla stipula del contratto. Ogni rata è composta da una parte di capitale e una parte di interessi.

La prima, la parte di capitale è crescente mentre quella di interessi è descrescente, questo significa che nelle prime rate si paga una maggiore quota di interessi rispetto a quella di capitale. Il tasso di interesse applicato al prestito personale può essere fisso o variabile ed è detto TAN.

L’importo richiesto e concesso, viene accreditato dalla società erogante direttamente sul conto corrente del cliente richiedente, oppure versata tramite assegno intestato al cliente e non trasferibile, mentre le rate possono avere diverse modalità di rimborso.

Si possono infatti rimborsare tramite RID, quindi con addebito diretto sul conto corrente del cliente, ma anche tramite bollettini postali, che è la pratica più utilizzata anche se è quella che garantisce una minore puntualità nel pagamento da parte del cliente.

In ogni caso la forma di rimborso viene stipulata di comune accordo alla firma del contratto di finanziamento.

Pagine con argomento correlato: Prestito senza busta paga * Piccolo prestito inpdap * Calcolo prestito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*