Prestiti ancora in diminuzione a famiglie e imprese

prestitiPrestiti a famiglie e imprese in diminuzione anche nel corso del mese di marzo.

È questa la sentenza emessa dall’ultimo report Abi in materia di andamento di erogazioni creditizie, che riporta come il trend delle erogazioni nei confronti del comparto privato si sia caratterizzata con un – 2,3% su base annua per quanto concerne i finanziamenti a famiglie e imprese, contro un passo indietro di 2,6 punti percentuali che aveva invece contraddistinto il mese di febbraio.

Una flessione su base annua ancora particolarmente significativa, che tuttavia sembra essere in miglioramento rispetto a quanto sperimentato nel corso dei mesi precedenti, strappando in tal modo un minimo di considerazioni positive in capo agli osservatori di settore.

Non solo: i dati di marzo relativi al report Abi segnalano una buona tenuta della raccolta, con i depositi in incremento di 6,6 punti percentuali. Permane invece in territorio fortemente negativo la dinamica delle obbligazioni, con una flessione di 10 miliardi di euro (oltre l’8 per cento). Male, ancora, il trend assunto dalle sofferenze nette, che a febbraio hanno toccato quota 61,7 miliardi di euro.

Il dato complessivo sembra ad ogni modo essere in leggero miglioramento rispetto agli ultimi trimestri. Il merito è probabilmente ascrivibile a qualche ripresa da parte dei dati macroeconomici, che ha a sua volta influenzato le dinamiche creditizia. Rimane comunque ancora prematura qualsiasi considerazione definitiva circa le possibilità – da parte del comparto bancario italiano – di intraprendere l’attesa e auspicata inversione di tendenza: è invece molto più probabile che il trend delle erogazioni possa proseguire ancora a lungo su parentesi di grande incertezza e aleatorietà, andando così a condizionare gli investimenti privati.

Continueremo ovviamente a tenervi informati nel corso delle prossime settimane, monitorando attentamente l’evoluzione intrapresa dalle principali determinanti di settore e, in particolar modo, l’andamento delle erogazioni di prestiti e mutui a famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*