Piccolo Prestito per Cattivi Pagatori

Piccolo prestito per cattivi pagatoriIn questa piccola guida vedremo quali sono le soluzioni più richieste per chi è alla ricerca di un piccolo prestito per cattivi pagatori.

Quando si diventa cattivi pagatori? Questo status finanziario si ottiene, purtroppo, quando una o più rate non vengono pagate o quando i pagamenti delle stesse avvengono con grande ritardo.

Più volte si è discusso sulle tempistiche che le banche utilizzano per dichiarare un soggetto cattivo pagatore, alcune hanno segnalato dei soggetti al Crif dopo pochissimi giorni che la rata mensile non fosse stata pagata, ma questo è un altro discorso che magari tratteremo in seguito.

Cessione del quinto e Piccolo Prestito per Cattivi Pagatori

Una volta che il disguido finanziario è stato segnalato si è marchiati da una parola che, in campo finanziario risulta assai scomoda. Essere segnalati come cattivi pagatori non permette più al soggetto di usufruire del classico prestito personale.

Per poter accedere ad un finanziamento sarà necessario richiedere una cessione del quinto, un prestito con garante o qualche altra forma finanziaria differente.

La cessione del quinto per cattivi pagatori è la soluzione migliore tra tutte. In tal caso essere iscritti al Crif o meno non avrà alcuna importanza. Ciò che avrà importanza sarà invece la solidità dell’azienda presso la quale si lavora.

Per quello che riguarda i pensionati invece, loro dovranno preoccuparsi solo della propria età e della quota del quinto che a loro sarà consentito cedere per poter pagare la rata mensile. Abbiamo citato solo i lavoratori dipendenti ed i pensionati. Questo perché la cessione del quinto può essere erogata esclusivamente a queste due categorie di soggetti.

Il lavoratore dipendente avrà la possibilità di far rimborsare il proprio finanziamento dal suo datore di lavoro. Questo rimborso avverrà tramite una trattenuta sulla sua busta paga, trattenuta che potrà al massimo raggiungere un quinto del suo stipendio.

Il pensionato ha una situazione simile. Al suo posto sarà l’INPS ad occuparsi dei pagamenti e l’importo della rata mensile verrà decurtato dal cedolino della sua pensione.

Il ruolo del garante nel Piccolo Prestito per Cattivi Pagatori

I prestiti con garante possono essere richiesti da chiunque abbia la fortuna di conoscere qualcuno che sia disposto a garantire per sé durante un contratto di prestito personale.

Il garante che garantisce per un cattivo pagatore non dovrà aver avuto, a sua volta, dei disguidi di tipo finanziario né con banche né con istituti di credito o società finanziarie.

Altre soluzioni finanziarie possibili: Tra le altre possibili soluzioni vogliamo ricordare i prestiti cambializzati ed i prestiti tra privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*