Cessione del quinto con BancoPosta

La cessione del Quinto BancoPosta è un finanziamento personale ottenibile dai lavoratori dipendenti e dai pensionati INPS e INPDAP, che permetterà alla clientela dell’istituto di poter ottenere una somma di denaro – anche rilevante – da restituire all’interno di un piano di ammortamento estensibile nel lungo termine, compatibilmente con le proprie disponibilità economiche e reddituali. 

Il finanziamento potrà essere richiesto per importi massimi dipendenti dall’età anagrafica e contributiva del lavoratore o del pensionato, e compatibilmente al fatto che la rata del piano di rimborso – trattenuta direttamente sulla pensione – dovrà essere non eccedente a un quinto della retribuzione stessa. 

La durata del programma di rimborso dovrà essere compresa tra un minimo di 36 mesi e un massimo di 120 mesi: sono ammesse opzioni per scadenze intermedie tra i due estremi, e la possibilità di poter estinguere anticipatamente il debito residuo in qualsiasi momento, alle condizioni stabilite nel contratto di finanziamento. 

Per quanto concerne le ulteriori commissioni, ricordiamo come siano previste le esenzioni per l’estinzione anticipata del debito, così come l’azzeramento di altre spese accessorie. È infine obbligatorio l’abbinamento del prodotto creditizio con una serie di coperture assicurative quali quelle sulla vita (obbligatoria per legge), garantita dal Fondo Rischi INPDAP, che rimborserà il debito in caso di prematuro decesso, avvenuto all’interno del periodo contrattuale. 

Il finanziamento tramite cessione del Quinto BancoPosta potrà essere accreditato su conto corrente postale, su conto corrente bancario, o erogato mediante invio di assegno postale vidimato. In ogni filiale Poste Italiane sarà possibile richiedere l’accesso a tale linea di credito dietro presentazione di documento di identità, tessera sanitaria e cedolino pensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*