Finanziamenti per nuove imprese in Abruzzo

Si chiama “Start Hope” il nuovo bando presentato in Abruzzo, a sostegno delle nuove imprese innovative operanti nella regione, mediante partecipazione diretta al capitale di rischio.

In particolare, il fondo promuove e contribuisce all’incentivazione di investimenti delle aziende rivolte alla ricerca applicata, allo sviluppo precompetitivo e all’avvio di attività e di processi di grande innovazione, con significativa e spiccata predilizione nei confronti dei processi ambientali e di efficienza energetica.

In maniera ancora più puntuale, l’intervento del fondo Start up Start Home prevede la partecipazione al capitale delle sociale delle nuove imprese, costituite o costituende mediante forma giuridica di società di capitali. L’investimento potrà avvenire in misura minoritaria, per una percentuale compresa tra il 15 per cento e il 45 per cento, e per un controvalore massimo di 1,5 milioni di euro per impresa, e per durata non eccedente i 5 anni.

Per quanto attiene ai principali requisiti, è necessario che le nuove imprese non siano costituite / attive da più di 48 mesi, che appartengano alla forma giuridica delle società di capitali, o – in alternativa – siano costituende nella stessa forma giuridica. La maggioranza delle quote deve, in questo caso, essere detenuta da persone fisiche.

Le imprese interessate potranno inviare la propria domanda direttamente online, mediante la procedura applicativa predisposta sul sito internet starthope.it. Il termine ultimo per poter inviare le proprie richieste di intervento finanziario è fissato nel 30 giugno 2015. Tutte le domande saranno valutate da una commissione di esperti che effettua lo screening di ogni singola richiesta, mediante analisi del business plan, del grado di innovazione delle proposte, del vantaggio competitivo rispetto alle altre iniziative imprenditoriali, delle qualità del team proponente e dei criteri di premialità.

Superata la fase di screening si procede alla fase negoziale, con cessione delle quote acquisiste entro e non oltre i 5 anni dalla data di acquisizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*