Consolidamento Debiti

Consolidamento debiti e prestiti, il rifinanziamento.

Da quando sentiamo parlare di sovraesposizione debitoria che sta colpendo sempre più italiani, le banche e gli istituti di credito si sono attrezzati per far fronte a quello che potrebbe diventare un vero e proprio problema.

consolidamento debitiLa sovraesposizione debitoria si ha quando vengono cumulati diversi prestiti e la somma delle rate diventa superiore alla capacità di pagamento del soggetto in debito, che va a trovarsi di conseguenza in forti difficoltà. In genere infatti il fatto di avere molti prestiti in corso fa si che ci sia un grande importo di interessi da pagare e di spese, senza contare che a questi in genere si aggiungono le carte di credito e le carte revolving, che alla fine non sono altro che ulteriori forme di prestito.

Consolidamento debiti; tramite il prestito per consolidamento, studiato dagli istituti di credito, si ha la possibilità di estinguere tutti i vari finanziamenti in corso, accorpando cosi in un’unica rata presso un’unica società finanziaria il pagamento, cercando anche di tenere in questo modo la rata mensile più bassa possibile e magari allungando anche il periodo di rimborso, cosi da essere maggiormente agevolati. Grazie al prestito per consolidamento debiti molte famiglie potranno tirare un sospiro di sollievo e ricominciare a vivere più tranquilli.

Possono accedere al prestito per consolidamento debiti tutti i lavoratori, autonomi o dipendenti, e possono, grazie a questo sistema risolvere il problema della sovraesposizione debitoria, accorpando in un’unica rata il pagamento di tutti i vari prestiti, andando cosi a risparmiare sia sugli interessi che sulle spese di ogni contratto finanziario. È però necessario che i debiti già in corso prevedano la clausola per l’estinzione anticipata, senza la quale il debito non può essere chiuso. Con il prestito per consolidamento debiti infatti si possono estinguere tutti i prestiti in corso accendendone uno nuovo la cui rata unica ci agevola il pagamento.

Possiamo cosi decidere l’importo della rata che possiamo pagare e il tempo massimo in cui possiamo rimborsare il finanziamento ottenuto, in genere però il periodo disponibile non va mai oltre i 120 mesi. Questo tipo di prestito è in genere a tasso fisso, cosa che evita particolari disagi e soprese al cliente. Un modo spesso utilizzato per accedere a questo tipo di prestito è la cessione del quinto dello stipendio, dove non sia ancora stato utilizzato, che permette anche di snellire la pratica in quanto garantisce alla finanziaria il rimborso corretto e puntuale tramite l’addebito diretto sulla busta paga del cliente stesso.

Pagine con argomento correlato: Prestito cattivi pagatori * Prestito delega * Prestito ipotecario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*