Calcolo Prestito

Calcolo della rata del prestito.

Calcolare il prestito? Per prestito si intende una somma di denaro che viene resa disponibile da parte di una società di credito, banca o società finanziara, su richiesta di un soggetto, lavoratore, autonomo o pensionato. Questa somma che viene data tramite accredito su conto corrente o tramite assegno circolare, viene poi rimborsata tramite delle rate che verranno addebitate sul conto corrente del richiedente o tramite dei bollettini postali o anche tramite la cessione di una parte del reddito, come la cessione del quinto dello stipendio o il prestito delega.

calcolare il prestitoQuando si richiede un prestito si deve avere bene chiaro l’importo necessario, tenendo sempre presente che la cifra che poi sarà da rimborsare non corrisponde solo al capitale ricevuto ma sarà la somma del capitale e degli interessi di prestito.

In generale quando si richiede un preventivo per un prestito si devono tenere presenti determinati punti, che andranno poi a formare il nostro calcolo finale. Innanzi tutto dobbiamo capire bene la cifra che ci serve a coprire la nostra necessità, questo sarà l’importo del capitale che andremo a richiedere. Dopo di che dobbiamo decidere il periodo di rimborso che siamo disposti a utilizzare per restituire la cifra ottenuta in prestito.

In genere maggiore è il periodo necessario al rimborso più bassa è l’importo della rata che ci verrà richiesta. Su questi due parametri verranno calcolati gli interessi che saranno una percentuale rispetto al capitale e che faranno parte della nostra rata. La rata inzialmente sarà composta principalmente dalla cifra relativa agli interessi che man mano andremo avanti con il pagamento delle rate lascerà il posto alla cifra del solo capitale.

L’importo della rata rimarrà comunque invariato nel corso di tutto il periodo del rimborso. Un’altra soluzione per calcolare il prestito è quella di partire direttamente dall’importo massimo che possiamo pagare mensilmente. In questo modo invece che avere come base di calcolo il periodo lungo il quale prevediamo il rimborso, teniamo come fattore principale la cifra che siamo disposti a pagare per rimborsare il prestito ottenuto.

In questo caso quindi, una volta stabilita l’entità della cifra che ci serve, daremo un valore massimo alla rata. Una cifra sopra la quale sappiamo di non riuscire a pagare e in base a quella ci verrà calcolato il tempo di rimborso e i relativi interessi.

In genere questo secondo metodo viene utilizzato da coloro che hanno altri finanziamenti in corso, quindi hanno già una rata da pagare e sanno bene quanto margine di movimento mensile hanno disponibile. Anche in questo caso la rata rimane fissa e costante durante tutto l’arco di tempo deciso per il rimborso.

Pagine con contenuto correlato: Piccolo Prestito inpdap * Preventivo Prestito * Cessione del quinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*